logo pupplicit progresso

Spot & Social: le “sfaccettature” del Natale sul web

Commoventi, emozionanti e ricchi di messaggi significativi: gli spot del periodo natalizio hanno come caratteristica principale quella di riuscire ad [...]

20 dicembre 2016

Apple

Autore: Alberto Contri

Commoventi, emozionanti e ricchi di messaggi significativi: gli spot del periodo natalizio hanno come caratteristica principale quella di riuscire ad arrivare al cuore degli spettatori e perché no, farli riflettere. Innumerevoli in questo periodo gli spot di colossi delle telecomunicazioni (Apple su tutti), di aziende e-commerce internazionali come “Allegro” e persino di creativi “assoldati” dagli aeroporti internazionali come l’aeroscalo inglese di Heathrow. Spot che girano sui canali social e in televisione: la figura del vecchio Babbo Natale che chiede aiuto ad alcuni bambini per caricare il proprio camion e trasportare i regali, per esempio, è sempre più ricorrente per via della gioia e della leggerezza trasmessa .
Ed in un periodo di grande serenità è evidente che non manchi in alcuni di questi spot anche il messaggio solidale che a volte, è proprio ciò che commuove più della colonna sonora o della bellezza dello spot.
E così ad esempio, la breve carrellata degli spot natalizi tra i più significativi che in poco tempo sono diventati virali sulla rete, si apre con il video dell’aeroporto inglese Heathrow che con “The cutest Christmas ad of all” focalizza la propria attenzione su due anziani orsacchiotti e le loro disavventure per riuscire a tornare a casa. Lo spot, tenero e allo stesso tempo divertente, vede i due soffici protagonisti vagare cercando i propri cari. Alla fine dello spot, i due orsi si trasformano in due nonni e vengono accolti dai nipoti con un abbraccio.

Sullo stesso filone, il protagonista dello spot del sito di aste polacco “Allegro” è un anziano signore che, grazie al sito di e-commerce, può realizzare il suo sogno: imparare l’inglese. Come? Grazie a un libricino di “inglese per principianti”.
Hi. I’m, you are, he/she is“, ripete continuamente l’anziano. Dopo aver imparato le basi dell’inglese, l’anziano acquista online anche una valigia e si prepara per partire. Lo vedremo salire sull’aereo in occasione del Natale e approdare in Inghilterra, dove ad aspettarlo ci sarà il figlio con sua moglie, ma soprattutto una bambina. È in quel momento che scopriamo che l’uomo aveva imparato l’inglese per un solo motivo: conoscere la sua nuova nipotina.

Lo spot ha avuto un enorme successo, soprattutto grazie al forte impatto emotivo e alla bravura del protagonista che con la sua simpatia, la leggerezza e la dolcezza, ha conquistato davvero tutti.
A volte infatti, la storia di forte impatto emotivo ha la necessità di essere accompagnata anche da un bravo interprete, come nel caso appena citato o ancor di più, l’affermazione può essere calzante per il nuovissimo spot della Apple “Frankie’s Holidays”.
il mostro creato da Mary Shelley è diventato il protagonista di una storia raccontata in meno di due minuti che vede protagonista Frankenstein, interpretato dall’attore Brad Garrett, che cerca di fare del suo meglio per conquistare gli abitanti spaventati con un po’ di allegria.
Le cose all’inizio non vanno come previsto fino a quando una bambina coraggiosa interviene per salvare le sue vacanze.

Il messaggio dello spot in modo molto semplice esprime la necessità di un sentimento di condivisione e di rispetto nei confronti del prossimo e in un certo modo racchiude anche il messaggio sociale più importante presente nella maggior parte dei video virali del periodo natalizio: “ Apri a tutti il tuo cuore!” .

COLLEGAMENTI

Spot&Social

Rubrica di Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso, con lo scopo di illustrare ogni settimana una o più campagne pubblicitarie di interesse sociale in una cornice di attualità.

Vai all'archivio
Torna su

© 2007 Fondazione Pubblicità Progresso - C.F. 97418260150 - Via Mercalli 11, 20122 Milano - tel. 02.58304448 fax 02.58307430.