Al via la nuova campagna per promuovere la parità di genere

“Punto su di te”: una campagna che “provoca” per invitare ad agire contro i pregiudizi e ad essere parte attiva di un cambiamento culturale.

Pubblicazione: 29 gennaio 2014 12:02
Ultima modifica: 17 febbraio 2017 15:52
Argomento: Comunicati stampa

“PUNTO SU DI TE”: UNA CAMPAGNA CHE “PROVOCA” PER INVITARE AD AGIRE CONTRO I PREGIUDIZI E AD ESSERE PARTE ATTIVA DI UN CAMBIAMENTO CULTURALE.

GRAZIE AL NUOVO PORTALE WWW.PUNTOSUDITE.IT POSSONO ESSERE SEGNALATI E RIMOSSI CONTENUTI E CAMPAGNE SESSISTE DA PUBBLICITA’ E YOUTUBE OLTRE A REPERIRE INFORMAZIONI UTILI PER RAGGIUNGERE LA REALE PARITA’ DI GENERE.

Milano, 29/01/2014 – In questa settimana prende ufficialmente il via la nuova campagna promossa dalla Fondazione Pubblicità Progresso e firmata da Young&Rubicam Group, tutta sul tema del gender mainstreaming, per la valorizzazione del ruolo della donna nella società. Partono stampa, web, cinema e TV Mediaset. A seguire Rai, Sky, altre reti TV, radio e manifesti. Lanciato il concorso tra gli autori Siae per una canzone sulla parità di genere. Seguiranno social network e iniziative di marketing sociale non convenzionale.

Tra gli obiettivi della campagna:

- far emergere preconcetti e stereotipi, punto di partenza per eliminare la discriminazione;- far riflettere gli uomini sull'utilità della presenza femminile anche nei luoghi delle decisioni e stimolare nelle donne un processo di maggior autostima;- contribuire al dibattito in corso e al cambiamento culturale per una comunicazione capace di valorizzare la diversità.

L’iniziativa fa perno sul portale www.puntosudite.it.Su Youtube è possibile visualizzare lo spot video.

“Modificare stereotipi e combattere pregiudizi sul fronte parità non è un lavoro semplice, per questo abbiamo dato vita ad una campagna di durata biennale che impiega tutti i mezzi, incluse le grandi opportunità dei social media. Partiamo da una comunicazione classica (spot tv, radio, cinema, stampa, affissioni) con un meccanismo creativo che sottolineerà il fatto che negare la discriminazione delle donne è già una parte del problema”, dichiara Alberto Contri, presidente di Pubblicità Progresso. “Tutto rimanda ad un portale che verrà sempre più arricchito nel tempo anche grazie alle segnalazioni dei cittadini, per contenere, suddivise per argomenti, progetti e attività volte a dare un contributo concreto al miglioramento della condizione della donna: attraverso lo stesso vengono indicati riferimenti di servizi utili per la gestione di problematiche familiari e lavorative legate all'universo femminile, vengono promosse iniziative di aiuto alle madri che lavorano, ci sono indicazioni sui centri anti-violenza e su molte iniziative di sensibilizzazione (spettacoli teatrali, libri, blog, portali tematici, convegni, eccetera): un utile repertorio di tutte le attività che possono essere di aiuto a riequilibrare la parità con sostegni concreti. Inoltre, attraverso il portale è possibile chiedere direttamente all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria la rimozione di campagne lesive dell’immagine della donna.

“Il progetto – precisa Alberto Contri è stato particolarmente sollecitato dalle tre donne che siedono nel CdA (Giovanna Maggioni, Upa – Rossella Sobrero, Assocom- Donatella Consolandi –Unicom) Tecnicamente la possiamo definire una campagna di “mainstreaming di genere”, cioè nell'interesse di tutta la società, donne e uomini compresi. Ci siamo dati due anni perché a cambiare i pregiudizi ci vuole tempo, ma si può accellerare se i mass media interverrano riprendendo ove possibile la tematica e non ospitando semplicemente la campagna negli spazi pubblicitari. ”

Credits:Agenzia: Young & Rubicam GroupEVP – Executive Creative Director: Vicky GittoCopywriters: Giovanbattista Oneto, Carmen BalestrieriArt directors: Davide Breghelli, Cinzia Caccia, Giulia PapettiCasa di produzione spot 50”- 30”- 2x 15”: ComboCut filmsRegista: Alessandro PalminielloExecutive producer: Alvise BarbaroMusica: Quiet Please – Ferdinando ArnòCasa di produzione radio 30”: EcceteraExecutive producer: Josè BagnarelliFotografia: Hyperactive Studio – Mauro Turatti, Mattia GianiAgenzia PR eventi: Burson-MarstellerCentri Media: Havas Media Group, MediaClub, KineticIstituto Ricerche: Istituto PiepoliSpazi affissione prima fase: IGPDecaux, Maxima, IpasStampa poster: Sprint Production, GPP Industrie GrafichePortale ideazione e struttura: IsobarPortale contenuti: MimesiConcorso musicale: Mario LavezziSpeakers spot radio: Cinzia Massironi, Samanta Cornaviera, Matteo ZanottiCast foto: Carlotta Brambilla, Lisa Fuxcer, Cinzia Galimberti, Anna Yan Karini, Anna Racano, Tiziana WakeComunicato radio concorso musicale: PostatomicSpeaker comunicato radio concorso musicale: Lucia Angella, Gabriele Marchingiglio

******************************************Attiva dal 1971 (prima come Associazione e poi, dal 2005, come Fondazione), “Pubblicità Progresso” è entrata nel vocabolario quotidiano degli italiani, diventando sinonimo di “pubblicità sociale”. Con la sua attività e grazie al contributo di chi ne fa parte (utenti, organizzazioni professionali, imprese e organizzazioni di mezzi, interassociazioni), Pubblicità Progresso ha promosso e promuove l’impiego della comunicazione sociale di qualità tra gli strumenti operativi di enti, istituzioni, pubblica amministrazione e organizzazioni non profit. Ha dimostrato concretamente l’utilità di un intervento più professionale nel campo della comunicazione sociale. Ha contribuito a valorizzare la pubblicità italiana e i suoi operatori. In virtù di tutto questo la Fondazione Pubblicità Progresso è oggi una delle espressioni più alte e rappresentative delle organizzazioni del mondo della comunicazione e dei professionisti che ne fanno parte.

Ufficio Stampa Pubblicità ProgressoAlessandro Pavanati, tel. 347.1265589, email pavanati@dellasilva.comArianna Carandina - Cel. +39 3465219400 - carandina@dellasilva.com