Al via la seconda parte della campagna dedicata alla sicurezza sul lavoro

Casco, guanti e scarponi: riparte dagli strumenti di protezione la seconda parte della campagna di comunicazione sulla sicurezza sul lavoro, [...]

Pubblicazione: 10 luglio 2008 10:00
Argomento: Comunicati stampa

Casco, guanti e scarponi: riparte dagli strumenti di protezione la seconda parte della campagna di comunicazione sulla sicurezza sul lavoro, presentata oggi dalla Fondazione Pubblicità Progresso, alla presenza del ministro Maurizio Sacconi, realizzata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.Un tema, quello della sicurezza sul lavoro, continuamente richiamato all’attenzione dei media dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano e scelto come oggetto della campagna annuale della Fondazione per diffondere un messaggio di prevenzione e allo stesso tempo di cultura della sicurezza. La prima parte della campagna, tesa a ricordare diritti e doveri attraverso il messaggio ‘Sicurezza: Dovere Assoluto. Diritto Intoccabile’ è stata presentata al Quirinale a metà gennaio, è andata in onda immediatamente. La seconda parte, on air a partire da domanisu tv, stampa, radio e internet, punta a sensibilizzare i lavoratori sull’uso degli strumenti di protezione. Tre i nuovi soggetti a forte impatto visivo: un casco giallo con una cicatrice suturata, guanti forati e scarponi bruciacchiati, con l’headline “Un vero amico le prende al posto tuo”. Protagonista dello spot, il casco che nell’incidente si ‘ferisce’ al posto del lavoratore, proteggendolo da un urto potenzialmente fatale. La campagna è stata realizzata dall’agenzia Life, Longari & Loman di Assocomunicazione, con la direzione creativa di Andrea Concato, mentre il film è stato girato da Mercurio Cinematografica con la regia di Emanuele Cova.Il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi ha sottolineato: “In quanto sostenitori di questa campagna possiamo dire con orgoglio che Pubblicità Progresso è una risorsa unica al mondo per il suo livello di professionalità ed esperienza. Investire nell’informazione sulla sicurezza è importante ma è altrettanto importante farlo attraverso un impegno intelligente ed un prodotto di qualità, come quello presentato oggi.”Il presidente di Pubblicità Progresso, Alberto Contri, illustrando l’iniziativa, ha ricordato anche il sito web dedicato (www.iolavorosicuro.it) e il decalogo con le principali norme di sicurezza tradotte in varie lingue – per ora stampato in un milione di copie – che l’Inail sta distribuendo tramite le agenzie del lavoro. “Proponiamo – ha suggerito Contri – che aziende e industrie si facciano carico di distribuire questo materiale ai nuovi assunti, in particolare ai lavoratori immigrati, per diffondere una concreta consapevolezza dell’importanza delle norme di sicurezza. Siamo particolarmente soddisfatti del coinvolgimento del Ministero in un progetto che tende a diffondere la cultura della sicurezza, unico metodo che può ridurre progressivamente una drammatica sequela di eventi, in larga parte dovuti a fatali distrazioni o poca attenzione posta alle misure di prevenzione”.Trasformata da poco in Fondazione, Pubblicità Progresso costituisce un primato per l’Italia: il teorico del marketing, Philip Kotler, l’ha definita un caso unico al mondo. Perché non esiste in nessun altro Paese un esempio di gratuità di alto valore professionale e soprattutto duraturo, che veda in una sola istituzione investitori pubblicitari, editori, concessionarie, associazioni di categoria della comunicazione, uniti allo scopo di realizzare e promuovere campagne sociali utili, efficaci e di qualità.