MILANO CAPITALE MONDIALE DELLA COMUNICAZIONE SOCIALE

Il 27 ottobre si terrà presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano la Quinta Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale [...]

Pubblicazione: 25 gennaio 2010 17:50
Argomento: Comunicati stampa

Il 27 ottobre si terrà presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano la Quinta Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale a cura della Fondazione Pubblicità Progresso.Non si tratta dell’ennesimo convegno, bensì della conclusione di un impegnativo percorso, che in sette mesi ha coinvolto 80.000 giovani dai 18 ai 25 anni, con eventi, incontri e seminari svolti in tutta Italia all’insegna della riflessione sulla “Creatività Responsabile”. Il 27 ottobre Milano diventerà per un giorno la Capitale mondiale della Comunicazione Sociale: importanti personalità del mondo della comunicazione, della sociologia, della medicina, del marketing, delle organizzazioni non profit, e celebri creativi internazionali, affronteranno con un approccio interdisciplinare il tema della responsabilità di chi crea e degli effetti che il prodotto creativo può avere su cittadini, utenti e consumatori.La mattina si rifletterà sui nuovi trend del consumo responsabile con Giampaolo Fabris, Docente ed esperto di sociologia dei consumi e con Mark Davis, direttore del Bauman Institute, che riferirà sulle ultime ricerche del più grande sociologo vivente. Delle nuove frontiere della comunicazione non profit, rovesciando lo stereotipo della raccolta fondi attraverso l’utilizzo di nuovi linguaggi, parlerà Ariane Arpa, General Director of Intermón Oxfam, mentre Michelle Ndiaye Ntab, Executive Director of Greenpeace Africa riporterà alla nostra attenzione le problematiche sociali di un continente sempre più dimenticato.Interverrà il padre del “pensiero laterale” Edward De Bono, autore di oltre 60 libri su un tema assai caro a generazioni di creativi di tutto il mondo, mentre il Neurologo e Psicoterapeuta Flavio Mombelli sorprenderà con la descrizione delle più avanzate metodiche per analizzare le prestazioni del cervello e della personalità creativa.Il pomeriggio vedrà la proiezione dei migliori spot sociali internazionali, a cui seguirà una tavola tra creativi d’Europa come Anders Dalenius, Creative Director “DraftFCB”, Stockholm, Andrea Concato, fondatore della “Andrea Concato” ed Executive Creative Director “Life, Longari&Loman”, Steve Clay, Executive Creative Director “Lowe&Partners”, Romania, Oliver Voss, President “Miami AD School Europe”, Marco Cremona, Presidente Art Directors Club Italiano.Coordinerà la Tavola Rotonda Franco Moretti, Presidente ADCE (Art Directors Club Europeo).Apriranno il convegno gli interventi di Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia e di Maurizio Sacconi, Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.Non mancherà spazio per la premiazione di alcuni Concorsi molto particolari: “Il volto nuovo della Comunicazione sociale”, che ha visto la partecipazione di squadre di studenti universitari di oltre 35 atenei, “ONP Award”, riservato alle migliori campagne sociali realizzate nel 2009 dalle Onlus e “Suoni senza Confini”, concorso riservato a gruppi musicali con al loro interno almeno un migrante.Da questa giornata emerge con evidenza l’impegno della Fondazione Pubblicità Progresso nello svolgere in profondità, e con gratuità, il gran lavoro di ricostruzione di un tessuto sociale sempre più lacerato.Esempi significativi delle attività di Pubblicità Progresso e della passione per la comunicazione sociale creativa sono i seminari di formazione, le conferenze internazionali come questa, la costruzione della mediateca on-line delle più significative campagne sociali del mondo, l’animazione nelle università e nelle scuole con l’analisi dei linguaggi della comunicazione e la proposta di BJG, la band per il sociale nata per spiegare ai giovani quali sono le vere origini del rock&roll e raccogliere fondi per la Fondazione che in 40 anni è diventata il più alto punto di riferimento per Onlus, Comunicatori, Istituzioni, Università e Scuole.