Unconventional marketing protagonista dell’edizione 2013 di On The Move

Si è recentemente conclusa la settima edizione del concorso On the Move, organizzato da Fondazione Pubblicità Progresso e rivolto agli studenti universitari. L’edizione 2013 del contest è stata dedicata alla promozione della donazione degli organi e collegata alla campagna Tu puoi dare la vita. Il concorso è stato preceduto da un road show nelle università italiane che coinvolto oltre 3.000 studenti in 17 tappe toccando 15 città.

Pubblicazione: 24 luglio 2013 09:47
Ultima modifica: 17 febbraio 2017 15:52
Argomento: Comunicati stampa

SI È RECENTEMENTE CONCLUSA LA 7° EDIZIONE DEL CONCORSO DI IDEE PROMOSSO DA PUBBLICITÀ PROGRESSO PER I GIOVANI UNIVERSITARI. TEMA DI QUEST’ANNO: LA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI. I 15 VINCITORI PROVENIENTI DALLE UNIVERSITÀ DI TERAMO, PADOVA, URBINO E DAL POLITECNICO DI MILANO

Milano, 23 luglio 2013 – Si è recentemente conclusa la settima edizione del concorso On the Move, organizzato da Fondazione Pubblicità Progresso e rivolto agli studenti universitari. L’edizione 2013 del contest è stata dedicata alla promozione della donazione degli organi e collegata alla campagna Tu puoi dare la vita realizzata da Pubblicità Progresso, in collaborazione con AIDO, Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule. Il concorso è stato preceduto da un road show nelle università italiane che coinvolto oltre 3.000 studenti in 17 tappe toccando 15 città: un’occasione unica per incontrare i giovani e discutere con loro del ruolo della comunicazione sociale per promuovere la donazione degli organi. La risposta degli studenti è stata superiore alle aspettative: grazie a un buona dose di creatività ma anche ad una notevole competenza sul tema, gli studenti di 26 università hanno proposto idee notevolmente innovative per raggiungere le persone e stimolarle a diventare donatori. Centoventotto gli elaborati realizzati da 244 studenti di atenei distribuiti tra Nord (Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria e Friuli), Centro (Toscana, Marche e Lazio) e Sud Italia (Puglia, Campania, Molise e Abruzzo). Di questi, 58 appartengono alla categoria news (un articolo sulla donazione degli organi), 32 alla categoria testimonial (fotografare con la tessera AIDO un personaggio impegnato nel sociale sul territorio); 38 alla categoria unconventional. E proprio i lavori di quest’ultima categoria, certamente molto impegnativa, hanno prodotto i risultati più interessanti: gli studenti hanno organizzato eventi di marketing sociale non convenzionale e li hanno documentati attraverso videoclip sintetiche e assai efficaci. La giuria del concorso, che si è riunita per le decisioni conclusive lo scorso 18 luglio, era formata da: Alberto Contri ( docente universitario e presidente di Pubblicità Progresso), Roberto Bernocchi (di Armando Testa e docente universitario), Andrea Di Turi (giornalista Avvenire), Nicola Novellone (web e digital director Sky Italia), Linda Puglisi (Aiesec), Rossella Sobrero (docente universitaria, consigliere di Assocom e Pubblicità Progresso). Dopo un non semplice lavoro di analisi, visto il notevole numero di progetti di qualità, la giuria ha scelto i 15 studenti vincitori che il 18 novembre saranno premiati all’Università IULM in occasione della Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale di Pubblicità Progresso e subito dopo partiranno per Strasburgo grazie ai viaggi messi a disposizione dall’Ufficio d’Informazione a Milano del Parlamento Europeo. Da rilevare la grande partecipazione di donne sia come studenti che come docenti coordinatori.

Secondo il Presidente di Pubblicità Progresso, Alberto Contri, “il successo del concorso On the Move riservato agli studenti universitari, premia anche l’intuizione di aver trasformato la Fondazione in un Centro Permanente di Formazione alla Comunicazione Sociale. I docenti del network Athena (i docenti “amici” di Pubblicità Progresso, oltre 50 in tutta Italia) hanno promosso il concorso nelle loro facoltà, ottenendo risultati di assai elevata qualità professionale. Assai interessante l’approccio olistico riscontrato, così importante in un momento storico in cui la comunicazione rischia di disperdersi in mille rivoli alla caccia di target sempre più frammentati. Molto promettente il fatto che, in vista della prossima campagna di Pubblicità Progresso che sarà dedicata al “mainstreaming di genere”, tra i docenti e gli studenti coinvolti nel concorso ci fosse un gran numero di donne… altro che sesso “debole”!”

I progetti vincitori sono visibili sul sito di Pubblicità Progresso.

La campagna per la donazione di organi e tessuti “Tu puoi dare la vita” (www.doniamo.org) di Pubblicità Progresso è stata selezionata fra le migliori del mondo per il progetto Creative For Good del World Economic Forum, realizzato in collaborazione con l’Advertising Council Americano e Ketchum. La campagna è stata menzionata come esempio a livello mondiale dal New York Times.

******************************************Attiva dal 1971 (prima come Associazione e poi, dal 2005, come Fondazione), “Pubblicità Progresso” è entrata nel vocabolario quotidiano degli italiani, diventando sinonimo di “pubblicità sociale”. Con la sua attività e grazie al contributo di chi ne fa parte (utenti, organizzazioni professionali, imprese e organizzazioni di mezzi, interassociazioni), Pubblicità Progresso ha promosso e promuove l’impiego della comunicazione sociale di qualità tra gli strumenti operativi di enti, istituzioni, pubblica amministrazione e organizzazioni non profit. Ha dimostrato concretamente l’utilità di un intervento più professionale nel campo della comunicazione sociale. Ha contribuito a valorizzare la pubblicità italiana e i suoi operatori. In virtù di tutto questo la Fondazione Pubblicità Progresso è oggi una delle espressioni più alte e rappresentative delle organizzazioni del mondo della comunicazione e dei professionisti che ne fanno parte.

Ufficio Stampa Pubblicità ProgressoAlessandro Pavanati, tel. 347.1265589, email pavanati@dellasilva.comEdoardo Caprino, tel. 339.5933457, email caprino@dellasilva.com